Articoli

I tappeti elastici sono pericolosi? Sfatiamo un mito del web

Ma i tappeti elastici sono davvero pericolosi? Abbiamo raccolto dei dati per vedere se questa idea è vera oppure no.

I tappeti elastici (il nome corretto è trampolini elastici) sono sempre più popolari. Secondo alcune ricerche, il trampolino elastico nel mondo è il terzo regalo più richiesto per i bambini dai 5 ai 13 anni.

E’ bene sapere infatti che tra le attività fisiche consigliate ai più piccoli, saltare sul trampolino elastico si rivela tra gli esercizi più efficaci e allo stesso tempo divertenti per combattere l’obesità infantile e la pigrizia dei nostri giorni.

ovalpod_10x15_girl

Le critiche al tappeto elastico

Man mano che questo prodotto è diventato popolare nei giardini negli ultimi due decenni, sono affiorate però alcune critiche dovute ai rischi per la sicurezza. Alcune di queste sono state ampiamente riportate sui giornali, creando un certo allarmismo. Tuttavia, questi articoli possono essere fuorvianti ed è importante analizzarli e fare un accurato fact-checking.

I dati

Innanzitutto, se aumenta il numero di vendite tappeti elastici a livello mondiale,  il numero di infortuni dovrebbe parallelamente crescere per considerare l’attrezzo “pericoloso”.

Questo aumento deve essere per lo meno proporzionale per poter affermare con certezza che “il trampolino elastico è un prodotto non sicuro”. Altrimenti si rischia di analizzare parzialmente la ricerca solo per rafforzare uno stereotipo comune.

Invece è accaduto il contrario. Tra il 1996 e il 2006, il numero di trampolini in uso è aumentato del 240%, mentre le lesioni trampolino è cresciuto solo del 3,1% annuo nello stesso periodo di tempo. Ciò significa che più persone possiedono e usano trampolini, ma meno persone rischiano. Inoltre, paragonando gli infortuni negli Stati Uniti tra il 2007 e il 2012, troviamo un  -13%. Tanto poco da non far rientrare il tappeto elastico nemmeno nella classifica delle 6 attività più pericolose, come invece il calcio o la bicicletta (fonte www.nerdwallet.com)

Pensate, se facciamo un confronto con le altre attività più praticate dai bambini/ragazzi negli USA, i dati del 2012 sugli infortuni hanno queste percentuali.

schermata-2016-11-04-alle-15-28-42

La realtà

In altre parole non solo non esiste è un numero significante di infortuni con il trampolino da ritenerlo più pericoloso di altre attività ricreative, ma alla luce della sua popolarità il rischio di infortunio si è ridotto sempre di più. 

Infatti, nonostante l’ampia diffusione del trampolino anche in Europa, vi è un evidente e quasi unica diminuzione del numero di incidenti (-13% in 5 anni) che fanno ipotizzare a un’attenzione particolare e una normativa di sicurezza molto più stringente di altre attività.

I produttori, le normative e la prevenzione

Cosa ha eliminato i rischi dei primi tappeti elastici?

Questi fattori legati tra di loro:

  1. PRODUTTORI – Innanzitutto il costante lavoro dei principali costruttori di trampolini che hanno voluto fortemente migliorare la progettazione per superare i luoghi comuni a cui è legato il prodotto. Pensiamo ad esempio all’aggiunta della rete di protezione. La presenza di una rete di protezione ha ridotto notevolmente il rischio di infortunio (leggi qui l’importanza della rete)Se pensiamo a 10 anni fa, questa era solo un optional: oggi la rete da accessorio è diventata rapidamente un componente della struttura. Inoltre la protezione delle molle (cuscino), i componenti del telaio e i materiali utilizzati sono entrati nello studio di ricerca delle aziende più all’avanguardia (leggi ad esempio l’attenzione ai dettagli di Jumpking® in questo articolo)
  2. NORMATIVE – Visto che i primi a spingere sulla sicurezza erano proprio i produttori di trampolini per garantire un prodotto adatto ai loro clienti, la legge è riuscita a muoversi in fretta per regolamentare il mercato. Oggi tra le certificazioni necessarie in Europa non vi è solo quella generica sulla sicurezza delle aree gioco EN1176, ma è nata una specifica del trampolino elastico: EN7114. La prima azienda ad essersi adeguata a questa normativa è stata proprio Jumpking®.
  3. PREVENZIONE – La riduzione degli infortuni è dovuta anche ad un comportamento sempre più consapevole degli utilizzatori. Oggi le buone norme di utilizzo promosse dai produttori di trampolini elastici sono entrate nelle abitudini perché il prodotto è ormai presente in moltissimi giardini e aree gioco. Quindi sempre più conosciuto.

Come abbiamo visto, il ruolo dei produttori è stato fondamentale per indicare la strada da intraprendere per garantire sicurezza e affidabilità. Attualmente, nonostante la stretta delle normative vigenti, è importante assicurarsi che il trampolino sia adeguato perché di fabbriche improvvisate di trampolini elastici ne nascono molte e nella gara della concorrenza il rischio di una produzione povera di qualità è molto alto.

Aspetti importanti:

  • La maggior parte dei piccoli infortuni si verifica quando ci sono troppe persone sul trampolino (collisione). Si raccomanda di saltare uno alla volta.
  • Le ferite più gravi sono dovute ad un uso sconsiderato dello strumento (capriole, salti mortali..)
  • I bambini sotto i 3 anni sono particolarmente vulnerabili a lesioni. Per questo motivo è sconsigliato l’uso ai bambini troppo piccoli
  • La supervisione di un adulto è necessaria. E una persona allenata/esperta dello strumento è assolutamente garanzia di sicurezza.

Altre considerazioni sono incluse nel libretto di uso e manutenzione che comprende tutte le raccomandazioni per un corretto uso del trampolino elastico. Un breve riassunto lo si può trovare in questo articolo

Gioca con il bosco! Le nostre idee per divertimento dei bambini in autunno

autunno-bimbi

Da qualche giorno con il cambio dell’ora, le giornate sono più brevi. Il tempo per stare all’aperto si è notevolmente ridotto e il freddo comincia a farsi sentire quando il cielo è più coperto. Quali giochi possono fare i bambini?

Nessuno ci vieta di stare in giardino, anzi, i benefici di giocare all’aperto con l’adeguato abbigliamento, sono notevoli. Tuttavia quando la luce solare incomincia a sparire, la zona gioco dovrà inevitabilmente spostarsi negli spazi chiusi.

Bazoongi ha creato delle belle casette gioco in tessuto non-tessuto perfette per questa stagione: facili da montare, con strutture in fibra di vetro resistente, possono essere montate sia in giardino che in cameretta. Alcuni modelli li conoscete già, ad esempio Princess Castle, Circus Tent, Dino Tent e Teepee:

Princess_castle circus dino teepee

Per l’autunno abbiamo un modello ancora più stiloso: Mushroom House!

mushroomhouse_2

Questa casetta a forma di fungo è veramente spaziosa, misura ben 155 x 153 cm. Presenta dei colori brillanti e fiori applicabili con il velcro. Ha una porta centrale imbottita e finestrelle in tessuto traforato. Sul tetto a cappello una apertura. Inoltre la base è staccabile così si può pulire più facilmente. La casetta fungo di Bazoongi è veramente un modell0 perfetto per rendere magici i giochi dei bambini.

 

casetta-bimbi-fungo

Giocare sempre anche quando piove

La casetta è perfetta per giocare in casa perché permette ai bambini di interagire tra loro e utilizzarla come tana. Inoltre diventa un pratico spazio per depositare i giochi.

La CASETTA GIOCO MUSHROOM HOUSE DI BAZOONGI® la potete trovare in offerta su Amazon sul portale Giocouori oppure direttamente sull’ecommerce www.giocofuori.it approfittando delle offerte della settimana (clicca qui)

L’idea in più per le mamme: i papertoys per giocare nella Mushroom House

Abbiamo creato dei simpatici Finger papertoys da scaricare, ritagliare e colorare a piacere! Attraverso i due forellini si possono inserire le dita per giocare con 4 simpatici animaletti del bosco. Segui le istruzioni qui sotto:

1) Scarica e stampa gli animaletti. E’ preferibile una carta spessa oppure puoi incollarli su un cartoncino con la colla stick

fingertoy-stampare

2) Colora a piacere gli animaletti

fingertoy-colorare

3) Ritaglia le sagome lungo le linee tratteggiate compresi i forellini per le dita.

fingertoy-tagliare

4) Il finger papertoy è pronto!

fingertoy-papertoy

Scarica qui tutti gli animaletti del bosco da stampare:

Papertoy PDF 1

Papertoy PDF 2

Buon divertimento!

 

Generazione digitale e i rischi della sedentarietà nei bambini

Quali problemi di salute affronta la cosiddetta “generazione digitale”? Quali sono i rischi della sedentarietà dei bambini? Lo vediamo in questo articolo.

La ricerca

Secondo una ricerca a livello europeo sono 700 mila i bambini in sovrappeso e 400 mila gli obesi. Inoltre, incrociando i dati della Commissione dell’ Ending Childhood Obesity diretta dall’OMS, queste cifre potrebbero aumentare nei prossimi anni determinando preoccupanti previsioni per gli adulti di domani, a rischio diabete, ipertensione arteriosa e disturbi cardiologici.

Sempre di più cresce quindi la tendenza di prestare attenzione particolare all’alimentazione sana e l’argomento interessa anche i genitori: nella vastità di prodotti alimentari che abbiamo a disposizione e troviamo sugli scaffali del supermercato, la selezione diventa una priorità e un principio morale molto importante. Un’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute anche a livello psichico, ricorda il Ministero della Salute Italiano e questa sana abitudine deve essere trasmessa ai nostri figli.

frutta-estate

Non basta mangiare sano

Ma non basta mangiare sano. Troppo spesso ci dimentichiamo che la sedentarietà rientra tra i rischi di una vita poco salutare.

Non è sufficiente riempire il frigorifero di alimenti sani e naturali se durante il giorno riduciamo l’attività dei bambini al tragitto casa-scuola per esempio.

La generazione cosiddetta “digitale” (ne parliamo anche qui) potrebbe avere infatti maggiori problemi di salute rispetto a quella precedente a causa dello stile di vita e alla daily routine corrente: passare troppo tempo davanti ad uno schermo e non avere l’abitudine al movimento potrebbe accompagnare i bambini a diversi rischi oltre a quello già citato del sovrappeso.

Alcuni dati rilevati fino ad oggi sulla sedentarietà

MIOPIA DEI BAMBINI

I bambini di oggi saranno miopi in percentuale maggiore rispetto alle generazioni precedenti. Le statistiche sono a livello globale (si parla di un 40% in più rispetto ad ora) e tra le cause c’è la mancanza di gioco all’ aperto o la mancanza totale di gioco aldilà dello schermo del tablet. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Ophtalmology, la mancanza di luce naturale aumenta il grado di miopia (leggi qui)

miopia bambini

DINAMICHE PSICOLOGICHE

Secondo uno studio citato anche in questo articolo  i bambini chiusi in casa a giocare rischiano di sviluppare maggiormente l’insicurezza e la mancanza di empatia: senza un’adeguata attività fisica e il gioco all’aperto non si mettono alla prova, non si relazionano con l’ambiente e non interagiscono con i compagni a sufficienza. In questo modo, oltre alla mancanza di una vita sociale normale si rivelano inadeguati ad affrontare le paure, le perdite o la sana competizione che li fa crescere.  In pratica non facendo le piccole esperienze all’aria aperta rischiano di non riuscire ad affrontare le dinamiche basilari della vita relazionale.

bambini tablet

PATOLOGIE OSSEE E ARTICOLARI

Le ricerche recenti rilevano che la mancanza di attività fisica, unita alla alimentazione, compromettono lo sviluppo e favoriscono fratture ossee già nell’infanzia. Inoltre questa condizione assume una maggiore pericolosità in quanto una cattiva salute ossea in età giovane favorisce l’insorgenza di osteoporosi in l’età adulta.

Lo sport e il gioco all’aria aperta permettono di rinforzare ossa e legamenti. Per quanto riguarda il trampolino elastico inoltre, è uno strumento che non mette sotto stress le articolazioni favorendo un’ attività a “basso impatto”.

51ccc8c1e6766

Sedentarietà vs movimento

I rischi della sedentarietà sono dunque molteplici ed è per questo che bisogna prestare al movimento la stessa attenzione che diamo per l’alimentazione.

Per essere ‘abitudini’ queste azioni devono già appartenere alla routine quotidiana della famiglia: come potrebbero, altrimenti, i nostri figli ereditare una vita sana in mancanza di un diretto imprinting?
Dedichiamo a loro il tempo adeguato,  giochiamo con loro e portiamoli a scoprire con piacere e divertimento la vita all’aria aperta. Accompagnandoli in questa scoperta direttamente saranno guidati e apprenderanno lo stile di vita sano da seguire con naturalezza negli anni futuri.

Questo chiaramente sarà di stimolo anche per gli stessi genitori, perché da obiettivo educativo si trasformerà in una consuetudine vantaggiosa: più tempo condiviso e più benefici per la salute per l’intera famiglia.

Viaggio nelle spiagge d’Italia con Jumpking®: La riviera Romagnola

La Riviera Romagnola è famosa per essere una delle mete estive preferite dalle famiglie.

Lungo i 110 km di costa che si estendono dalla foce del Reno in Emilia-Romagna, fino alla provincia di Pesaro-Urbino nelle Marche sono presenti da cent’anni numerosi stabilimenti balneari (primo fra tutti quello di Rimini) conosciuti in tutto il mondo. La peculiarità della costa sabbiosa e la presenza dei numerosi servizi ha permesso la facile accessibilità al mare da parte dei bambini che oggi rappresentano una parte importante del turismo romagnolo.

bambini al mare

Basti pensare ai parchi divertimento / tematici cresciuti sul territorio per comprendere come bambini e ragazzi siano protagonisti dell’estate da queste parti.

I trampolini elastici Jumpking® sono diventati anche qui le star, insieme alle altre attrezzature da esterno, del divertimento nella spiaggia per adulti e piccini.

Cervia

Jumpking OvalPOD davanti alla torre di S.Michele a Cervia durante la fiera dello sport

 

Scelti per la loro resistenza e durata nel tempo, nonché per la sicurezza, i trampolini Jumpking® sono stati installati in questi anni in diversi stabilimenti come attrazione per grandi e piccini.

Ne potrete trovare un po’ ovunque, negli spazi ricreativi riservati

spiaggia 300

300_2

Milano Marittima

Tra questi stabilimenti anche Spiaggia 61 di Riccione , gestita da Enrico Della Rosa, meglio conosciuto come Enrico il Bagnino che su Radio Deejay presenta tutti i giorni le previsioni meteo.

enrico2

deejayriccione

spiaggia61_3

Enrico Della Rosa / Spiaggia 61

Testimonial Jumpking da diversi anni, Enrico per quest’anno ha installato non solo il trampolino Jumpking Professional tradizionale, ma anche la versione più piccola di “Inground” (per saperne di più leggi questo articolo)

spiaggia61_2

Come ci è stato raccontato, il trampolino da terra Inground, si presenta come una soluzione molto pratica per una spiaggia in quanto il terreno per l’installazione è facile da scavare.

Inoltre, Inground attrae ancor di più i bambini più piccoli in quanto non hanno bisogno di aiuto per salire o scendere e possono utilizzarlo autonomamente senza farsi male.

tappeto elastico spiaggia

bambini

L’Inground di Spiaggia 61 è la versione più piccola da 240 cm, perfetta per ogni spazio e a misura di bambino.

Ma non solo :)

 

Inground trampoline! #summer #fun

Pubblicato da Jumpking Italy su Martedì 19 luglio 2016